giovane-san-benedetto-01

 

Subiaco e l’Aniene,
la città e il suo fiume

cloud-purple-dintorni-roma-01 Il rapporto bimillenario con il fiume Aniene è una delle chiavi di lettura più interessanti (e meno abusate) per conoscere Subiaco. Un vero e proprio fil bleu che percorre la sua storia dalle origini ai giorni nostri, e che abbiamo pensato di trasformare in un itinerario originale, capace di mescolare insieme scenari naturalistici e scorci urbani.
Attraverso le suggestioni della cascata che si tuffa nel Laghetto di San Benedetto, dei resti della Villa di Nerone, del Borgo degli Opifici e del Ponte di San Francesco, sarà possibile ripercorrere il legame che lega Subiaco all’Aniene. E lasciarsi appassionare dalla storia di una simbiosi, ovvero di una comunità che da duemila anni sviluppa il territorio che abita avvalendosi della sua principale risorsa naturale, senza stravolgerla o deturparla.

Informazioni

Se siete buoni camminatori o ottimi pragmatici (e quindi pronti a fare in auto gli spostamenti più lunghi), l’itinerario si può effettuare in una mezza giornata. Ma il consiglio è sempre quello di prendetevela comoda: ne vale la pena. Una volta raggiunto il borgo degli Opifici potrete scegliere di pranzare in uno dei locali nella zona, per poi ripartire a stomaco pieno alla volta del laghetto di San Benedetto. Ovviamente a patto che non vogliate fare il bagno nel fiume…

Per qualsiasi informazioni in più, non fatevi scrupoli: contattateci!

9 + 8 =

Convento di San Francesco

San Benedetto in Piscinula

Ponte di San Francesco

Borgo degli opifici

Laghetto di San Benedetto

Picture

Subiaco

Laghetto di San Benedetto 

giovane-san-benedetto-01

 

Subiaco e l’Aniene,
la città e il suo fiume

cloud-purple-dintorni-roma-01 Il rapporto bimillenario con il fiume Aniene è una delle chiavi di lettura più interessanti (e meno abusate) per conoscere Subiaco. Un vero e proprio fil bleu che percorre la sua storia dalle origini ai giorni nostri, e che abbiamo pensato di trasformare in un itinerario originale, capace di mescolare insieme scenari naturalistici e scorci urbani.
Attraverso le suggestioni della cascata che si tuffa nel Laghetto di San Benedetto, dei resti della Villa di Nerone, del Borgo degli Opifici e del Ponte di San Francesco, sarà possibile ripercorrere il legame che lega Subiaco all’Aniene. E lasciarsi appassionare dalla storia di una simbiosi, ovvero di una comunità che da duemila anni sviluppa il territorio che abita avvalendosi della sua principale risorsa naturale, senza stravolgerla o deturparla.

Informazioni

Se siete buoni camminatori o ottimi pragmatici (e quindi pronti a fare in auto gli spostamenti più lunghi), l’itinerario si può effettuare in una mezza giornata. Ma il consiglio è sempre quello di prendetevela comoda: ne vale la pena. Una volta raggiunto il borgo degli Opifici potrete scegliere di pranzare in uno dei locali nella zona, per poi ripartire a stomaco pieno alla volta del laghetto di San Benedetto. Ovviamente a patto che non vogliate fare il bagno nel fiume…

Per qualsiasi informazioni in più, non fatevi scrupoli: contattateci!

Convento di San Francesco

San Benedetto in Piscinula

Ponte di San Francesco

Borgo degli opifici

Laghetto di San Benedetto

Pin It on Pinterest

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi