Seleziona una pagina

giovane-san-benedetto-01

 

Il giovane San Benedetto,
fra storia e mito

cloud-purple-dintorni-roma-01 I santi sono tutti bidimensionali nel nostro immaginario, ci avete mai fatto caso? Se dico San Giorgio la mente va subito al drago. Dico San Sebastiano e già volano le frecce. Sant’Antonio = giglio. Dei santi, soprattutto i più antichi, spesso conosciamo solo il lato più pittoresco, ovvero quello cristallizzato dalla consuetudine artistica (che poi – ad esempio – lo sapevate che San Sebastiano non è morto per le frecce?). In questa galleria di luoghi comuni, San Benedetto da Norcia sembra nato vecchio: lo immaginiamo automaticamente come un anziano austero, con la barba lunga, il pastorale in una mano e un librone nell’altra. Non un tipo molto amichevole, a dirla tutta.
Qui proviamo a ribaltare il piano: questo itinerario ripercorre il viaggio di un giovanotto aristocratico che lascia tutto per cercare la Verità. Attraverso queste tappe potrete cogliere la complessità del suo percorso e scoprire dei luoghi incantevoli, dove si respira davvero un’aria di spiritualità incontaminata. E vi sorprenderete nel riconoscere qualcosa di voi in questo percorso di vita…

N.B.: È giusto sapere che questo itinerario non ha pretese storiche: alcune delle sue tappe si fondano sulla tradizione o sulla consuetudine. Non importa. Ci piace pensare che San Benedetto non se la prenderà…

Informazioni

Grossomodo con una giornata intera, partendo di buon’ora, si riesce a vedere tutto. Consigliamo di riservare mezza giornata per Subiaco: i monasteri benedettini sono le tappe più consistenti di questo itinerario e meritano un po’ più di tempo. Con la bella stagione non è una cattiva idea il pranzo al sacco alla Mentorella, da cui si gode uno dei più bei panorami del Lazio. Sia i resti di San Clemente (compresi nei ruderi della Villa di Nerone) a Subiaco che la chiesetta di San Pietro ad Affile – salvo periodi straordinari –  aprono solo su richiesta. Ma se non aveste modo di prenotare, provate comunque: male che vada potreste visitare il piccolo centro storico di Affile, che è la patria di un ottimo vino cesanese autoctono (non male come premio di consolazione, no?).

Per qualsiasi informazioni in più, non fatevi scrupoli: contattateci!

12 + 3 =

San Benedetto in Piscinula

San Benedetto in Piscinula

Guadagnolo

Affile

Subiaco

Picture

Roma

San Benedetto in Piscinula

Picture

Affile

Chiesa di San Pietro

Picture

Subiaco

Sacro Speco

Picture

Subiaco

Villa di Nerone

giovane-san-benedetto-01

 

Il giovane San Benedetto,
fra storia e mito

cloud-purple-dintorni-roma-01 I santi sono tutti bidimensionali nel nostro immaginario, ci avete mai fatto caso? Se dico San Giorgio la mente va subito al drago. Dico San Sebastiano e già volano le frecce. Sant’Antonio = giglio. Dei santi, soprattutto i più antichi, spesso conosciamo solo il lato più pittoresco, ovvero quello cristallizzato dalla consuetudine artistica (che poi – ad esempio – lo sapevate che San Sebastiano non è morto per le frecce?). In questa galleria di luoghi comuni, San Benedetto da Norcia sembra nato vecchio: lo immaginiamo automaticamente come un anziano austero, con la barba lunga, il pastorale in una mano e un librone nell’altra. Non un tipo molto amichevole, a dirla tutta.
Qui proviamo a ribaltare il piano: questo itinerario ripercorre il viaggio di un giovanotto aristocratico che lascia tutto per cercare la Verità. Attraverso queste tappe potrete cogliere la complessità del suo percorso e scoprire dei luoghi incantevoli, dove si respira davvero un’aria di spiritualità incontaminata. E vi sorprenderete nel riconoscere qualcosa di voi in questo percorso di vita…

N.B.: È giusto sapere che questo itinerario non ha pretese storiche: alcune delle sue tappe si fondano sulla tradizione o sulla consuetudine. Non importa. Ci piace pensare che San Benedetto non se la prenderà…

Informazioni

Grossomodo con una giornata intera, partendo di buon’ora, si riesce a vedere tutto. Consigliamo di riservare mezza giornata per Subiaco: i monasteri benedettini sono le tappe più consistenti di questo itinerario e meritano un po’ più di tempo. Con la bella stagione non è una cattiva idea il pranzo al sacco alla Mentorella, da cui si gode uno dei più bei panorami del Lazio. Sia i resti di San Clemente (compresi nei ruderi della Villa di Nerone) a Subiaco che la chiesetta di San Pietro ad Affile – salvo periodi straordinari –  aprono solo su richiesta. Ma se non aveste modo di prenotare, provate comunque: male che vada potreste visitare il piccolo centro storico di Affile, che è la patria di un ottimo vino cesanese autoctono (non male come premio di consolazione, no?).

Per qualsiasi informazioni in più, non fatevi scrupoli: contattateci!

San Benedetto in Piscinula

San Benedetto in Piscinula

Guadagnolo

Affile

Subiaco

Pin It on Pinterest

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi