Seleziona una pagina

Eremo di
Santa Chelidonia

SUBIACO
[shareaholic app=”share_buttons” id=”17473750″]

Luogo sorprendente e suggestivo, l’eremo di Santa Chelidonia. È difficile trasmettervi la sensazione che si prova quando, percorrendo il sentiero che attraversa i boschi sopra Vignola (frazione di Subiaco), ci si trova improvvisamente di fronte ai resti delle possenti mura e ai due ampi archi gotici che si ergono al di sopra degli alberi, evocando l’imponenza della struttura medievale che fu. Originariamente costruita contro la roccia esattamente come il più celebre Sacro Speco di Subiaco, il monastero dedicato a Santa Chelidonia fu decisamente più sfortunato del monastero benedettino: troppo scomodo e poco difendibile, la struttura fu abbandonata secoli fa, dimenticata al punto da venire ridotta alle rovine che vediamo oggi.

Oltre alle rovine medievali, la cappellina con l’antico affresco rupestre al suo interno conserva la memoria della stessa Santa Chelidonia, la ragazza che fra l’XI e il XII secolo scelse di vivere la sua spiritualità in solitudine, nella natura incontaminata. All’ombra di quel testimone silenzioso che ancora oggi spunta dalla montagna: Morra Ferogna, lo sperone di roccia anticamente dedicato al culto della dea Feronia, dal quale è possibile ammirare una vista mozzafiato che abbraccia tutta la vallata sottostante.

Informazioni

Difficoltà: il sentiero è piuttosto agevole, si tratta di un’escursione di massimo un’ora e mezza. Ma se non conoscete la zona, magari è meglio farsi accompagnare… a meno che il vostro obiettivo non sia quello di trasferirvi nei boschi!

Periodo: Il periodo migliore per andare è l’autunno, magari cogliendo l’occasione di partecipare ai festeggiamenti di Santa Chelidonia, che ricorrono ogni secondo sabato di ottobre. Ma il sentiero è piuttosto curato e agevole, per cui bene anche in altri periodi dell’anno.

Eremo di Santa Chelidonia

[shareaholic app=”share_buttons” id=”17473750″]

Luogo sorprendente e suggestivo, l’eremo di Santa Chelidonia. È difficile trasmettervi la sensazione che si prova quando, percorrendo il sentiero che attraversa i boschi sopra Vignola (frazione di Subiaco), ci si trova improvvisamente di fronte ai resti delle possenti mura e ai due ampi archi gotici che si ergono al di sopra degli alberi, evocando l’imponenza della struttura medievale che fu. Originariamente costruita contro la roccia esattamente come il più celebre Sacro Speco di Subiaco, il monastero dedicato a Santa Chelidonia fu decisamente più sfortunato del monastero benedettino: troppo scomodo e poco difendibile, la struttura fu abbandonata secoli fa, dimenticata al punto da venire ridotta alle rovine che vediamo oggi.

Oltre alle rovine medievali, la cappellina con l’antico affresco rupestre al suo interno conserva la memoria della stessa Santa Chelidonia, la ragazza che fra l’XI e il XII secolo scelse di vivere la sua spiritualità in solitudine, nella natura incontaminata. All’ombra di quel testimone silenzioso che ancora oggi spunta dalla montagna: Morra Ferogna, lo sperone di roccia anticamente dedicato al culto della dea Feronia, dal quale è possibile ammirare una vista mozzafiato che abbraccia tutta la vallata sottostante.

Informazioni

Difficoltà: il sentiero è piuttosto agevole, si tratta di un’escursione di massimo un’ora e mezza. Ma se non conoscete la zona, magari è meglio farsi accompagnare… a meno che il vostro obiettivo non sia quello di trasferirvi nei boschi!

Periodo: Il periodo migliore per andare è l’autunno, magari cogliendo l’occasione di partecipare ai festeggiamenti di Santa Chelidonia, che ricorrono ogni secondo sabato di ottobre. Ma il sentiero è piuttosto curato e agevole, per cui bene anche in altri periodi dell’anno.

Eremo di Santa Chelidonia

Pin It on Pinterest

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi